10 CONSIGLI GREEN PERCHÈ BIODIVERSITÀ = SALUTE

10 CONSIGLI GREEN PERCHÈ BIODIVERSITÀ = SALUTE

Mai come in questo momento abbiamo la possibilità di rivedere il nostro stile di vita e capire
cosa può fare ognuno di noi per tutelare la propria salute e lo stretto legame che esiste tra la conservazione della biodiversità e il nostro benessere.

Eccovi 10 consigli green per fare giardinaggio sostenibile per vivere meglio e in salute!

1. ALLONTANATE I PARASSITI CON METODI NATURALI
Le sostanze chimiche tossiche sono create per eliminare i parassiti cattivi, ma hanno anche un impatto anche sull'aria che respiriamo e sui parassiti buoni.
Lo stesso discorso vale per i fertilizzanti: abbandonate quindi le sostanze chimiche a favore di letame ed altri composti totalmente naturali.

2. COMPOSTATE A PIÙ NON POSSO
Cercate di fare compostaggio domestico, perchè questo è un metodo infallibile per fertilizzare e nutrire le vostre piante attraverso il giardinaggio sostenibile! Così facendo i rifiuti organici non verranno dispersi nell'ambiente e saranno utilizzati per nutrire le vostre piante.

3. ACQUA PIOVANA
Usate sistemi che sfruttano la raccolta dell'acqua piovana per innaffiare. Recuperare l'acqua piovana vi consentirà di non sprecare altra acqua e, di conseguenza, di risparmiare sui vostri consumi domestici.

4. NATURA LOCALE
Coltivare e avere in giardino solo piante autoctone della zona in cui vivete.
Facendo questa scelta, vi assicurerete un notevole risparmio di acqua e di fertilizzante, senza considerare i ridotti attacchi parassitari.

5. E LE ERBACCE?
Se non volete che le erbacce sgradite crescano nel vostro giardino, dimenticatevi i diserbanti chimici e tossici e correte incontro ai sistemi adottati dal giardinaggio sostenibile!
Per esempio potete utilizzare tessuti pacciamanti biodegradabili in juta o cocco, 100% organici: hanno la qualità di mantenere il terreno umido e combattere le erbacce.



6. AUTOPRODUZIONE
Fare giardinaggio sostenibile significa anche avere sensibilità e rispetto verso il cibo che mangiate. L'autoproduzione di frutta e verdura è fondamentale, soprattutto in vista del rispetto della stagionalità dei prodotti. Inoltre questo sistema vi permetterà anche di sostenere l'ambiente, contrastando l'inquinamento e le produzioni improprie. Quindi: coltivate il cibo che mangiate!

7. ACQUA: UN BENE PREZIOSO ED ESAURIBILE
Per innaffiare le vostre piante vi consiglio di utilizzare tubi di irrigazione o sistemi di irrigazione con gocciolamento, che sfruttano una maggiore percentuale di acqua, a differenza degli spruzzatori. Inoltre, ricordatevi sempre di innaffiare al mattino presto, in modo che l'acqua evapori meno velocemente;

8. GLI AIUTANTI DEL GIARDINO
Accettate gli animaletti che regolano l'ecosistema del vostro giardino sostenibile.
Molti animali, infatti sono ottimi antiparassitari naturali. Ad esempio avrete le api in giardino, coltivando un albero di limone anche in vaso, e potrete contare sull'utile contributo delle farfalle, se avrete l'accortezza di piantare un fiore di lillà;

9. RICICLARE GLI ATTREZZI
Gli attrezzi di giardinaggio, i vasi e le fioriere, possono essere comprati anche di seconda mano. Nei mercatini vintage e dell'usato potrete trovare splendidi attrezzi da giardino e vasi, che vi riporteranno indietro nel tempo e abbelliranno il vostro balcone e il vostro giardino. Riutilizzateli!

10. 3 PAROLE MAGICHE
Per avere un giardino sostenibile e rispettare l'ambiente, dovrete seguire solamente le 3 parole magiche: riduci, riusa e ricicla!

Tutti i commenti

lascia un commento